Il Colpo di Calore

Aggiornato il: 13 giu 2018

Cos'è e come prevenirlo. Consigli utili dai veterinari F.i.b.a


Nonostante il caldo tardi ad arrivare, è importante parlarne. Cos’è il colpo di calore?

Il colpo di calore, detto anche in gergo tecnico “Ipertermia” consiste nell’innalzamento della temperatura corporea del cane dovuta ad eccessiva produzione interna di calore, si verifica, nella maggior parte dei casi dopo una prolungata esposizione dell’animale

a temperature ambientali elevate, o all’incapacità del corpo del cane di dissipare correttamente il calore.


Una temperatura considerata regolare nel cane, si aggira attorno ai 38/39 gradi , è bene considerare la condizione per cui per un cane è difficile dissipare il calore poiché , a differenza dell’uomo , non può sudare , infatti espellono il calore mediante la respirazione così da introdurre nel corpo aria fresca favorendo l’evaporazione del calore nelle vie respiratorie superiori.


QUANDO SI MANIFESTA IL COLPO DI CALORE


Il colpo di calore può essere causato da qualsiasi condizione che innalzi il livello di temperatura corporea nel cane.

La principale causa di innalzamento della temperatura corporea del cane è sicuramente l’esposizione a temperature elevate, come avviene nei

mesi più torridi per esempio nell’abitacolo delle autovetture. Ma ci sono altri fattori scatenanti, come per esempio le fascicolazioni muscolari anormali, ossia

contrazioni involontarie spontanee delle fibre muscolari che generano molto calore corporeo, tali fascicolazioni possono essere provocate da crisi epilettiche,

ipocalcemia e ingestione di micotossine.


SINTOMI DEL COLPO DI CALORE


⁃ AGITAZIONE SENZA ALCUN MOTIVO APPARENTE

⁃ ABBAI E GUAITI INGIUSTIFICATI

⁃ AUMENTO DELLA FREQUENZA RESPIRATORIA

⁃ BAVA SCHIUMOSA DALLA BOCCA

⁃ OCCHI E SGUARDO ASSENTI

⁃ ORECCHIE ALL’INGIÚ

⁃ IPERSALIVAZIONE

⁃ RESPIRO SEMPRE PIU’ AFFANNOSO

⁃ DIFFICOLTA’ MOTORIA

⁃ TACHICARDIA

⁃ GENGIVE PALLIDE

⁃ VOMITO

⁃ DIARREA EMATICA

⁃ DIFFICOLTA’ A RISVEGLIARSI


Questi, purtroppo sono solo alcuni dei sintomi che il cane presente a fronte di un colpo di calore. IL COLPO DI CALORE PUO’ ANCHE NON AVVENIRE IN UN SOLO DETERMINATO MOMENTO CIRCOSCRITTO, ma può capitare che il cane per più giorni sia esposto a temperature elevatissime tali da fargli accumulare sempre più calore, così può capitare che per esempio, dopo un viaggio in macchina, nonostante le dovute accortezze, il cane stia in giardino sotto il sole a temperature elevate o che si sottoponga a sbalzi di temperatura fra aria condizionata e temperature esterne ed ecco purtroppo presentarsi il colpo di calore.

Purtroppo questa problematica così insidiosa non è così poco frequente come si pensa,

ACCORGIMENTI FONDAMENTALI PER EVITARE IL COLPO DI CALORE

⁃ Per prima cosa è fondamentale l’idratazione, tenere sempre a portata di tartufo una ciotola contenente acqua fresca che va cambiata almeno ogni due ore.

⁃ Evitare assolutamente gli sbalzi di temperatura che spesso possono risultare fatali. Se abbiamo piacere di utilizzare il climatizzatore in casa è bene prima di tutto utilizzare il comando di deumidificazione per asciugare l’umidità e tenere la temperatura ad un grado medio , anche il troppo freddo può nuocere gravemente alla salute del cane in questa circostanza. Se sappiamo di dover portare all’esterno della casa il cane è bene 30 minuti prima dell’uscita, mantenere la temperatura costante del climatizzatore ma aprire le finestre per fare entrare aria calda, così da abituare il cane alla temperatura esterna

  • Ci sono cani più a rischio, come i cani obesi, o brachicefali o anche i molossi stessi, per la loro tipica conformazione . Per questo è bene documentarsi sulla propria razza, anche se tutti i cani possono essere soggetti a questa problematica.

  • E’ bene non appesantire il cane con cibi pesanti , ridurre lievemente nei periodi di grande calore le dosi del cibo ( sempre che il cane non pratichi sport) e integrare con fettine di mela che rinfrescano.

  • In commercio ci sono tappeti refrigeranti che fungono da termoregolatori, sono un’ottima invenzione.

  • Non lasciare per alcun motivo il cane in giardino , tranne nei casi in cui la temperatura sia fresca e ci sia molta ombra. Le uscite vanno ridotte agli orari in cui si è meno esposti al sole.

  • Per il trasposto di cani in auto è bene riflettere sulle dovute precauzioni da adottare. E’ bene munirsi di tendine parasole per il lunotto posteriore e per i finestrini posteriori, possibilmente scuri all’interno e antiriflettenti all’esterno. E’ bene, quando si accende il veicolo abbassare tutti i finestrini, accendere il climatizzatore e fare uscire l’aria calda, una volta ottenuta la temperatura normale all’interno dell’abitacolo è bene posizionare un tappetino refrigerante e farci sedere il cane. durante il viaggio è buon norma controllare la temperatura dell’animale agli estremi delle orecchie e sulle zampe. In qualsiasi caso è bene tenere i finestrini socchiusi e l’aria condizionata ad una temperatura non esageratamente alta. Bottiglia d’acqua sempre a portata di tartufo. E’ bene non intraprendere viaggi lunghi durante le ore più calde, se possibile viaggiare di notte.

  • Per i cani che praticano sport con i loro proprietari è bene tenere a mente le regole sopra citate. Integrare l’alimentazione con vitamine e frutta, non svolgere attività nelle ore più calde e soprattutto svolgere esercizi nelle ore meno calde e all’ombra.

COSA FARE IN CASO DI COLPO DI CALORE


Se il colpo di calore non viene trattato tempestivamente può essere fatale per l’animale. Il trattamento del colpo di calore si basa sull’ossigenazione dell’animale poiché la difficoltà nel trasportare ossigeno può creare danni irreparabili agli organi vitali, migliorare lo scambio di gas, e soprattutto raffreddare il cane . Nel verificarsi di tale condizione , il cane va immediatamente portato all’esterno da un ambiente chiuso o caldo e va subito portato in un ambiente climatizzato. La temperatura va misurata ogni 15 minuti . Nel caso in cui la temperatura superi i 41 gradi, il proprietario , prima di trasferire il cane in clinica dovrà assolutamente raffreddare l’animale in qualsiasi modo. La soluzione migliore per raffreddare il cane è immergerlo in acqua fresca per due minuti. NON SI DEVE ASSOLUTAMENTE UTILIZZARE GHIACCIO O ACQUA GHIACCIATA. Importante effettuare impacchi di alcol sotto le ascelle anteriore, sull’inguine e sui fianchi del cane.

25 visualizzazioni

© 2018 by R.D

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon